Per non sbagliare - Consigli in cucina

 

CONSIGLI IN CUCINA

 

 

Perché le verdure vanno salate alla fine di cottura?

Le verdure crude fresche sono molto voluminose, pertanto sì e portati a salare in base alla quantità visiva, ma una volta cotte si riduce più della metà quindi si rischia di mettere molto sale.

 

Il burro

Prestare attenzione nel cuocere il burro, facilmente si brucia.

Quindi e consigliabile usare la fiamma bassa.

 

La cottura della pasta

Cuocere sempre la pasta in acqua abbondante, se dovete cuocere molti spaghetti (quattro o cinque chili) e opportuno mettere due pentole distanziando la cottura di tre minuti una dall’altra.

Le lasagne per non farle attaccare aggiungono dell’olio prima del bollore, e vanno cotte molto al dente, e per evitare che la pasta si scuoce, dopo cotta versatele in acqua fredda.

 

La frittura

Per una buona frittura (pesce o carne) deve essere cotta in abbondante olio, è consigliabile usare l’olio non più di  due volte.

 

Il pesce lesso

Mettete a cuocere il pesce in acqua fredda coperto da un canovaccio, con sale, cipolla, sedano, limone e alloro. Dal momento del bollore lasciate cuocere ancora per dieci minuti, spegnete il fuoco e lasciate poi  il tutto riposare nel suo liquido.

Nota: gr. 300 di pesce crudo equivale ad una porzione normale di pesce cotto.

 

I Funghi coltivati

I funghi spesso sono pieni di terriccio, quindi dopo puliti e tagliati e consigliabile metterli in una pentola piena d’acqua e lasciarli per cinque minuti, poi toglierli dall’acqua con una schiumarola (in questo modo il terriccio rimane sul fondo della pentola) .

 

La cottura dei Funghi coltivati.

Dopo aver lavato i funghi, metteteli sul fuoco in una pentola con il coperchio, noterete che dopo pochi minuti dai funghi uscirà dell’acqua, scolateli e cucinateli secondo la vostra ricetta.

I Funghi coltivati hanno poco sapore, per migliorare il gusto e consigliabile aggiungere dei Funghi secchi prima messi a bagno in acqua tiepida, e la stessa acqua ( passata in un colino)la aggiungete  alla cottura dei funghi.

 

La carne macinata per i ripieni.

Se si desidera fare dei cannelloni o delle lasagne, chiedere al macellaio della carne macinata passata nel tritacarne una sola volta.

 

Per insaporire il ripieno

In un tegame fare un fondo di cipolle, sedano e carote, mettete dell’olio, una noce di burro, la carne macinata, sale e pepe, fate rosolare leggermente il tutto, aggiungete  del vino bianco q.b. lasciate evaporare. Procedete poi secondo la vostra ricetta.

 

Le Polpette

Per preparare delle gustosa polpette e opportune aggiungere nel impasto del prosciutto cotto. La ricetta ideale è: sei fette di pane carré ammollato in acqua o latte, gr. 400 di carne macinata  gr 100 di prosciutto cotto, due uove intere, parmigiano,sale,pepe e prezzemolo.

 

Hamburger

Per dare un gusto raffinato agli hamburger aggiungere all’impasto del sale, pepe, delle uove intere e del di formaggio grattugiato (gr, 300 di carne un uovo) procedere secondo la vostra ricetta.

 

Olio emulsionato.

Per dare un gusto uniforme nel condire le insalate o i pesci, e opportuno mettere in una terrina olio, il sale,  limone o aceto (secondo i gusti) sbattere con una forchetta o con un frullatore a immersione.

 

 

La  Parmigiana di  Melanzane

Dopo aver fritto le melanzane, mettetele in uno scolapasta, lasciando colare l’olio in eccesso tutta la notte. Non occorre mettere le Melanzane sotto sale.

 

L’aglio

L’aglio secondo, l’uso che è destinato si deve adoperare.

Se è tagliato, finemente è di gusto molto forte e consigliabile per i prodotti sotto olio e per alcune salse come aglio olio e peperoncino e verdure soffritte.

L’Aglio schiacciato e adatto per preparare le salse o alcune minestre, come fagioli o lenticchie (attenzione se l’olio e troppo caldo l’aglio si brucia e acquista un gusto sgradevole.)

Invece va bene a spicchi (gusto meno forte) per pesce lesso, insalate, verdure e ortaggi sempre lessi.

 

La pasta e le verdure

Come prepara una pietanza con verdure.

Cuocere la verdura in acqua e sale (broccoli calabresi, rucola, cime di rape).

A cottura ultimata  con un forchettone alzate la verdura ,conservandovi l’acqua di cottura.

In un tegame mettete l’olio, l’aglio e peperoncino, versate la verdura e fate insaporire.

Nell’acqua della verdura  portata a bollore versate la pasta,  a cottura ultimata, unite  la pasta con la verdura  e mantecate il tutto per pochi minuti. Se vi piace, una spolverata di formaggio pecorino.

 

Le bruschette

Per preparare le bruschette e consigliabili di far dorare il pane su una piastra, o sulla brace, mai nel forno, altrimenti s’induriscono e sono dure a mangiarsi (si debbono dorare solo in superficie ,il pane interno deve rimanere morbido)

 

Come evitare incendi ai fornelli.

Può capitare che nel versare dei liquidi come, vino, pomodoro o altro in un tegame a bordo basso e a fuoco alto, questi a contatto con l’olio bollente schizzi sul fuoco procurando un ritorno di fiamma sui cibi contenuti nella pentola bruciandoli. Per evitare tale pericolo, allontanate il tegame dal fuoco e versate poi gli ingredienti.