Peperoni di Piedigrotta

I PEPERONI DÌ PIEDIGROTTA

 

Il modo migliore per pelare i peperoni è, sicuramente, arrostirli sulla fiamma del gas. Infatti, anche se altri modi possono sembrare più veloci e semplici (per esempio, il forno normale o a microonde) la pelatura a fiamma viva è sicuramente quella che - limitandosi a bruciare solo la pellicina superficiale - più riesce a non intaccare sapore e croccantezza originari del peperone.

 

1) Prima di arrostire i peperoni, è opportuno proteggere il fornello con un pezzo di carta d'alluminio, in questo modo, si eviterà la fatica di doverlo poi pulire.

 

2) Fatto questo, si poggia un retino sparti fiamma sul fornello acceso e vi si poggiano i peperoni (preventivamente lavati e asciugati).

 

3) I peperoni vanno lasciati sulla fiamma, rigirandoli spesso, finché tutta la pellicina non sarà uniformemente bruciacchiata.

 

4)Per velocizzare la spellatura, è meglio metterli a raffreddare in un sacchetto di carta da pane ben chiuso In questo modo, le pellicine - grazie all'azione del vapore acqueo - si solleveranno verso l'alto e non opporranno alcuna resistenza.

 

 

Gli ingredienti:

 Quattro di Peperoni grandi (chiedetelo al vostro abituale fornitore che siano adatti per arrostirli.)

 

Due Melanzane tagliate a strisce doppie, 100 grammi di olive nere snocciolate, trenta grammi di capperi, 200 grammi di mozzarella, quattro fette di prosciutto crudo, molto basilico,sale,pepe,pane grattugiato,i oliva  q.b.

 

Dopo aver arrostito, puliti e asciugati i Peperoni poggiateli sul tavolo da lavoro apriteli senza tagliarli.

 

Friggete le melanzane.

Su i peperoni prima aperti mettete le melanzane, e tutti gli altri ingredienti.

 

Arrotolateli (per impedire che nella cottura si possono aprire è consigliabile di legarli con dello spago o del cotone) Mettete dell’olio sul fondo della pirofila e poggiate i peperoni, mettono un pizzico di sale, una spolverata di pane grattugiato e qualche cucchiaio di olio. Metterli nel forno  già caldo a  180 gradi per 30 minuti

E’ una pietanza che si usava fare in occasione della Piedigrotta.