Il Castello del Carmine

                                                 Il Castello del Carmine detto dello Sperone

 

Nella odierna Piazza Guglielmo Pepe, nell'ultimo tratto a destra del Corso Giuseppe Garibaldi, l'area compresa tra l'angolo sud-occidentale della piazza, Via Nuova Marina fino ai pilastri della Porta del Carmine ed il lato sud della Piazza del Carmine, è occupata dagli edifici e dalle torri che costituiscono tutto ciò che resta del Castello del Carmine.

Tutto iniziò quando, nel 1382, Carlo III di Durazzo fece costruire una torre che, per la sua forma, fu chiamata lo "Sperone". Nel 1386, durante la lotta fra angioini e durazzeschi, allo sperone furono aggiunte nuove opere di difesa.

Nel 1484, re Ferrante d'Aragona, pensò ad un allargamento delle mura cittadine e, nel quadro di queste opere, inserì anche l'ampliamento e il rinforzo del torrione preesistente trasformandolo in un solido baluardo nel sistema difensivo cittadino.

 File:Castello del Carmine.jpg